Skip links

La Comunità

La comunità di progetto definita Rocciapolitana d’Abruzzo è inerente ad una sorta di metropolitana in superficie che segue un cammino ad anello ben delineato di 135 km (con partenza ed arrivo a Villa Santa Maria), che attraversa ben 17 comuni della zona Sangro/Aventino, avente come comune denominatore le rocce, morge o pizzi intorno alle quali si trovano castelli, borghi medievali, insediamenti archeologici e tanto altro. Si tratta di imponenti geositi con caratteristiche particolari, che insistono nel territorio del Sangro, soprattutto a ridosso del lago di Bomba. Aree naturali che, per la loro singolarità geologica, rappresentatività, accessibilità, vulnerabilità e valore paesaggistico costituiscono un patrimonio di rilevanza scientifica e didattica tale da poter essere oggetto di fruizione culturale da parte dei turisti. I comuni coinvolti sono Villa Santa Maria, Montebello sul Sangro, Fallo, Quadri, Gamberale, Montelapiano, Monteferrante, Pietraferrazzana, Colledimezzo, Bomba, Civitaluparella, Gessopalena, Roccascalegna, Torricella Peligna, Montenerodomo, Pennadomo, Pizzoferrato. Oltre ai comuni all’interno della comunità gravitano delle singole associazioni come il Centro Studi Storici Fusco ideatore del progetto, Cammini e Benessere – Nordic Walking Sud con la quale di recente è stato siglato un protocollo d’intesa, pro loco dei vari comuni e soprattutto delle imprese turistiche già in rete tra loro.